Contatti 0424 523040

Arc +

ARC+ è uno dei più potenti CAD per la modellazione 3D sia libera che assistita dagli oggetti parametrici. ARC+ consente di creare modelli virtuali in tridimensione, di sviluppare graficamente tutte le fasi del lavoro, dalla bozza iniziale alle illustrazioni finali definite nei minimi dettagli.




ARC+: il software creato da Architetti per gli Architetti

Da più di 30 anni ARC+ sviluppa soluzioni software per architetti, progettisti e professionisti dell'edilizia. Partendo da semplici linee ed archi, permette di modellare qualsiasi tipo di figura geometrica semplice o complessa, al fine di dare vita a costruzioni innovative. ARC+ offre ad architetti e professionisti dell'edilizia un modo semplice ed ergonomico per passare dall'idea alla realtà, rispettando lo spirito creativo di ciascuno.

Questo è "The Freedom of Design", creato da Architetti per servire gli Architetti, ARC+ ha come punto di forza il rispetto di chi esprime innovazione e creatività, tale da offrire sempre la massima libertà di progettazione.

Con ARC+ è ora possibile diventare maggiormente produttivi utilizzando una serie di strumenti e funzioni sempre più potenti ed evoluti, mantenendo la propria libertà e il proprio metodo di lavoro. Da 30 anni architetti e designer di tutto il mondo apprezzano le possibilità e la vera flessibilità di sviluppare con ARC+ i loro progetti direttamente in un ambiente 3D.

Il punto di forza di ARC+ sta nella libertà di modellazione e nell'offrire una vastissima capacità di modifiche in 2D e in 3D. ARC+ è un software in continua evoluzione che soddisfa le vostre aspettative, offrendo un'interfaccia di disegno completa.

ARC+ è definito come un software completo e comunicante, perché permette di importare ed esportare tutti i formati CAD standard, in più diventa uno strumento di vendita e di aiuto alla modellazione, integrando un motore di rendering basato su tecnologie grafiche avanzate.

Prodotti

BIM: Un formato di dati completo e aperto

BIM ("Building Information Modeling"), vale a dire modello digitale, è nato venti anni fa negli Stati Uniti dalla volontà di alcune aziende di creare un'interfaccia standardizzata per strutturare e facilitare lo scambio di dati di qualsiasi tipo tra i diversi autori di un progetto edilizio: sviluppatori, architetti, geometri, studi di progettazione, imprese…

Questa necessità ha portato alla creazione di un file in formato IFC, aperto ai diversi software utilizzati nelle fasi di progettazione, costruzione e gestione di edifici. Oggi, con oltre 150 applicazioni compatibili, IFC sta chiaramente emergendo come linguaggio comune nel mondo della costruzione e gestione del patrimonio edilizio.



Il formato IFC per costruire virtualmente gli edifici

Il formato IFC è una struttura standardizzata per ricevere e organizzare tutti i dati di un progetto di costruzione nella fase di sviluppo. Oltre alla descrizione geometrica e geografica del progetto, un file IFC elenca tutti gli oggetti, le loro proprietà e le componenti economiche, oltre che le relazioni tra questi.

Il modello digitale di IFC è dunque un clone virtuale del progetto vero e proprio, che permette di migliorare la collaborazione tra tutti i partner.

Questo è un passo necessario per ridurre i tempi e garantire il passaggio dall’idea alla realizzazione del progetto.

La quarta versione dell’IFC è stata pubblicata nel 2013, è disciplinata dalla building SMART, un'organizzazione internazionale indipendente rappresentata in Francia dall'associazione Mediaconstruct e che comprende tutti gli attori della francese BIM.

A differenza delle soluzioni costose basate su formati proprietari, solo il formato IFC consente un approccio "BIM aperto" essenziale per lo sviluppo degli scambi digitali nel settore delle costruzioni.



Il BIM in pratica

Una metodologia che avvicina la progettazione alla realizzazione

In definitiva, un modello digitale di IFC è come un puzzle i cui pezzi durante le fasi del progetto sono realizzati da diversi attori: dati topografici, geometria del progetto, descrizione dei materiali, elementi strutturali, computo, dettagli di implementazione… un BIM organizza l'assemblaggio delle parti in un processo di collaborazione che coinvolge tutti i soggetti interessati.

Una messa in opera progressiva

…lo strumento giusto


Hai bisogno di BIM?

Un cambiamento inevitabile

Con il BIM la rivoluzione digitale della costruzione è iniziata! E' quindi essenziale allineare gradualmente il vostro modo di lavorare e le vostre competenze informatiche a questo nuovo contesto. Inoltre entro il 2017 entrerà in vigore l'obbligo di fornire anche il modello digitale alle amministrazioni pubbliche, questo accresce l'esigenza di utilizzare BIM come uno standard comune di lavoro.

Piuttosto che considerare BIM come un vincolo da subire, è meglio considerarlo come un'opportunità unica per migliorare i vostri metodi di lavoro e affermare così la vostra leadership sulla gestione dei progetti digitali.

Vantaggioso per gli architetti

In conclusione il modello digitale prodotto dall'architetto consente a tutti i soggetti coinvolti nel progetto un notevole risparmio di tempo.

Qualunque sia la dimensione della loro attività


Passate al BIM con ARC+

La natura del BIM

Un motore di render 3D completo ed integrato!

render-1

Opzioni Multi finestra

(produzione)

ARC+ X9 Edition offre la possibilità di dividere lo spazio di lavoro su più monitor. Immaginate l'area di lavoro in uno schermo, e in tempo reale il rendering del progetto su un altro monitor. Modella intelligentemente visualizzando ogni modifica in tempo reale nel rendering.

render-2

Generazione di file 2D vettoriali

(produzione)

ARC+ X9 Edition è in grado di generare immagini fotorealistiche, ma non solo…
ARC+ X9 esporta i vostri prospetti e viste 2D direttamente dal rendering e li aggiunge ai documenti prodotti.
ARC+ X9 Render è in grado di esportare immagini vettoriali 2D sovrapponendo le tessiture, le ombre e la geometria vettoriale.
Importa il file in ARC+, lo annota e lo scala.

render-3

Il nuovo concetto di "scena"

(la scheda scena)

ARC+ X9 Edition vi consente di creare, all'interno di un progetto, diverse scene contenenti configurazioni e parametri diversi. Una scena è una foto del progetto in un momento specifico. Così ogni scena mantiene i parametri di luce, di sfondo e di punto di vista.

render-4

Sistema di luci artificiali

(luci artificiali)

La nuova interfaccia di ARC + X9 Edition permette l'aggiunta di luci artificiali per le vostre scene interne ed esterne.
Queste luci artificiali si basano sul formato file .IES distribuito direttamente dai produttori.
Inserite e posizionate le luci grazie all'interfaccia di navigazione 2D, impostate l'intensità e il tipo di illuminazione, avviate il render e ... il risultato è garantito!

render-5

Gestire e modificare lo sfondo

(sfondo)

Questa nuova opzione consente di configurare il tipo di sfondo (immagine/colore/orizzonte).
È possibile spostare lo sfondo in rapporto al modello per facilitarne l'integrazione con il paesaggio.

render-6

Gestione della luce naturale

(luce naturale)

I dati temporali e geografici del modello sono sufficienti per configurare la posizione, l'intensità e l'orientamento esatto del sole.
L'integrazione con il servizio "Google Maps" permette di impostare questi parametri in 2 Clic.
È anche possibile posizionare il sole manualmente grazie all’interfaccia di navigazione 2D.

render-7

Libreria completa di materiali e tessiture

(scheda materiali)

ARC+ X9 Edition offre una libreria completa di oltre 800 materiali pronti per l'uso.
Questa libreria è divisa in categorie e sottocategorie, come plastica, legno, marmo, ceramica, parquet, calcestruzzo ecc ... Un semplice Drag & Drop sul modello permette di ottenere un rendering di qualità.

render-8

Struttura del modello

(scheda materiali)

Scegliete il metodo di ripartizione dei materiali più coerente con la struttura del vostro modello (per geometria, colore e layer).
Un elenco semplice e completo mostra ciascun componente del progetto e la mappatura associata.

render-9

Strumenti esterni

(Arc+ modellazione)

ARC+ X9 Edition offre strumenti di modellazione collegati direttamente con l'interfaccia del render 3D.

  • La creazione di polymesh ( /polycrt ) vi permette di creare un blocco visibile nel render a partire da un insieme di linee o da un blocco 3D esploso. Questa funzione è molto utile per l’ importazione di geometrie complesse.
  • Il comando /logobox specifica che qualsiasi tessitura applicata a un poligono si estende alle dimensioni dello stesso. Questo comando è utile durante la creazione di ringhiere/recinzioni o quadri.
  • Il comando /bboard vi consente di dare l’attributo allineamento a qualsiasi poligono logobox. Così ogni tessitura mappata sul poligono seguirà la telecamera quando questa si muove. Non ci sarà più bisogno di importare geometrie 3D complesse e pesanti per i vostri rendering 3D, sarà sufficiente applicare una semplice immagine.

render-10

L'invio del progetto con le tessiture

(scheda materiali)

Inviate il vostro progetto con le tessiture in pochi Clic. I materiali e le tessiture sono parti integranti del file.
Ogni modifica apportata al progetto viene salvata automaticamente nella sessione.



Sede

Filiale

Sistemi Contabili spa

Messaggio inviato con successo.


Sede: Via Capitelvecchio, 20

 

36061 Bassano del Grappa (VI)

Fax 0424 529409

Filiale: Via Longhin, 103

 

35129 Padova (PD)